C’era una volta la professione del “benzinaio”…o forse c’è ancora oggi?

Benzinaio dal 60 ad oggi.

Alle origini di questo mestiere il benzinaio era un lavoro prettamente maschile. Era conosciuto come la persona addetta alle erogazioni di carburante, la prima persona con cui il cliente si interfacciava e il primo a dare un servizio all’automobilista. Oltre a questa mansione l’addetto aveva il compito di gestire i pagamenti, maneggiare il denaro, eseguire servizi come lavaggio vetri, controllo della pressione delle gomme, verifica dei livelli dei liquidi (qualora richiesti dal cliente), gestire le cisterne e infine consegnare punti e premi in caso di concorsi o raccolte punti.

benzinaio-anni-60
Benzinaio anni ’60

Il lavoro di addetto ai carburanti, meglio conosciuto come benzinaio, ha subito nell’arco degli anni una drastica involuzione. Complice una forte crisi economica dal 2007 al 2013 il mercato dei carburanti va in crisi, arrivando ad oltre il -18% della domanda sulle reti tradizionali e -48% sulle reti autostradali, mentre lo stato continuava ad incassare oltre il 60% di tasse.

Cosa succede quindi?
Succede che gli imprenditori, messi in forte difficoltà dalla crisi decidono di effettuare dei tagli sui lavoratori e quindi sul personale. Nascono così i primi impianti in Self Service, conosciuti anche come stazioni di servizio “fai da te”. Alla folle corsa verso la conversione in Self c’è stato qualcuno che ha voluto mantenere il concetto del SERVITO nonostante la crisi: La New Energy.

New Energy: La tradizione del benzinaio riportata ai tempi moderni

La New Energy inaugura il primo impianto a metano nella provincia di Frosinone nel 2001, successivamente allargherà i propri orizzonti anche ai carburanti tradizionali come benzina, gasolio e gpl, potenziando i suoi impianti di distribuzione.

Nel 2007 la crisi che ha coinvolto l’Italia non solo nel settore dei carburanti comincia a farsi sentire, ma nonostante tutto l’azienda non molla.
Convinti che la grande corsa ai Self non sia la soluzione giusta per affrontare la crisi la New Energy, in controtendenza dal resto degli operatori del settore, decide di continuare a dare un SERVIZIO ai propri clienti. Continuare a dare un servito significava anche dare ancora la possibilità di avere un lavoro a decine di giovani, a decine di famiglie.

Con la convinzione che il rapporto umano sia alla base di ogni attività commerciale e che il settore aveva ancora bisogno di essere formato da persone e non di fredde macchine abbiamo deciso di continuare sulla nostra strada, forse rischiando, ma ad oggi questa scelta coraggiosa ci ha dato ragione. Abbiamo lavorato duramente per migliorare e perfezionare giorno dopo giorno il servizio offerto, certi che i clienti avrebbero apprezzato il fatto di continuare a vedere la figura del benzinaio, che in altri casi stava mano mano scomparendo.

New Energy: Professione Vecchia, Servizio Nuovo, dinamico e al passo con i tempi…

Benzinaio Moderno – New Energy
Professione scelta anche dalle Donne.

Come si è trasformata la professione del Benzinaio grazie alla New Energy? Quali attività svolge il benzinaio moderno?

Una delle prime cose che saltano all’occhio sono sicuramente le “quote rosa” della nostra attività. Se negli anni ’60 il benzinaio era una mansione solo per uomini la situazione ad oggi cambia, gli addetti alle erogazioni New Energy sono di entrambi i sessi.

Lavoriamo sodo per migliorare la tua esperienza nelle nostre stazioni di servizio. Abbiamo migliorato la visione di servizio degli anni ’60 rendendola più smart con l’ausilio delle nuove tecnologie. I tempi sono cambiati, la vita è diventata più frenetica, l’agenda è sempre piena d’impegni e abbiamo sempre meno tempo per fare qualcosa. Per questo motivo il primo nostro impegno è stato quello di velocizzare le operazioni di rifornimento non escludendo la qualità nell’interfacciarsi con il cliente.

Avere a che fare con il pubblico è la parte fondamentale di questo lavoro, la figura del “Benzinaio moderno” della New Energy da molta importanza al rapporto umano e non si limita al semplice gesto fisico del rifornimento.

Il servizio di lavaggio vetri, di rabbocco olio e controllo dei liquidi è stato velocizzato. L’addetto alle pompe oltre a gestire i pagamenti in contanti gestisce anche i pagamenti elettronici con POS, ed eventuali esigenze di fatturazione. Aiuta il cliente in tutte le problematiche inerenti al settore. Mantiene il piazzale pulito, sono responsabili della sicurezza del rifornimento. Hanno il compito di posizionare nel modo corretto le auto che hanno bisogno di rifornirsi per massimizzare la qualità del servizio. La prevenzione di incidenti e la sicurezza sono aspetti molto importanti in questo lavoro: i carburanti sono infiammabili perciò è necessario che il benzinaio rispetti rigide misure di sicurezza.

I benzinai con più esperienza, infine, si occupano di ricevere i fornitori di carburante, che con le loro autocisterne riempiono i nostri serbatoi effettuando prima dei severi test sulla qualità del prodotto. Sono incaricati di dare supporto agli altri operatori in caso di difficoltà, di gestire personalmente il rapporto Azienda/Cliente e di fare i conti alla fine del turno.

Il lavoro del benzinaio: in conclusione

Per quanto semplici e naturali possano sembrare i gesti di un addetto al carburante c’è sempre tanto lavoro dietro, aspetti che magari non si conoscono o che si danno per scontati.

Scegliendo la New Energy hai scelto di dare lavoro a più di 50 giovani, a più di 30 famiglie.

Se sei già stato sulle stazioni di servizio New Energy ti sarai sicuramente ritrovato perfettamente nelle parole di questo testo. Se non hai mai usufruito della nostra modalità SERVITO Ti invitiamo a visitarci, così testerai con mano tutto quello che abbiamo descritto.

Suggerimenti per venirci a trovare:
IMPIANTI E ORARI DI TUTTE LE STAZIONI DI SERVIZIO NEW ENERGY