In molti ci avranno fatto caso. Da qualche giorno sono apparse delle lettere sulle pompe per il rifornimento. Questo perché da venerdì 12 ottobre è entrata ufficialmente in vigore la norma europea 2014/94, che punta a uniformare l’etichettatura europea sui diversi tipi di carburante. Nelle nuove etichette, si possono notare tre forme geometriche: un cerchio per la benzina, un quadrato per il diesel e un rombo per i combustibili gassosi. All’interno delle forme, sono presenti delle lettere e dei numeri. La “E” indica la benzina affiancata da un numero che rappresenta la percentuale di etanolo (per esempio, da noi di New Energy E5 indica che ne contiene il 5%). La lettera “B” sta per diesel e d è affiancata da numero che specifica la percentuale di biocarburante (per esempio da noi B7 per il gasolio con biodiesel al 7%).  Il tutto nell’interesse dei consumatori, che potranno selezionare il carburante più adatto al proprio veicolo.